Omicidio Di Matteo, ergastolo per 5 boss

La Corte di Assise di Palermo ha condannato al carcere a vita Giuseppe Graviano, Matteo Messina Denaro, Luigi Giacalone, Francesco Giuliano e Salvatore Benigno. Riconosciuta una provvisionale immediatamente esecutiva di 50 e 80mila euro, al fratello e alla madre del ragazzino sciolto nell'acido l'11 gennaio '96 a 12 anni

PALERMO. La Corte di Assise di Palermo ha condannato all'ergastolo 5 boss per l'omicidio del piccolo Giuseppe Di Matteo, strangolato e sciolto nell'acido l'11 gennaio '96. A 12 anni condannato il pentito Gaspare Spatuzza. Carcere a vita per GIUSEPPE GRAVIANO, MATTEO MESSINA DENARO, LUIGI GIACALONE, FRANCESCO GIULIANO e SALVATORE BENIGNO.
La corte d'assise ha riconosciuto una provvisionale immediatamente esecutiva, rispettivamente, di 50 e 80mila euro, al fratello e alla madre del ragazzino costituiti parte civile attraverso l'avvocato Monica Genovese, rinviando al giudice civile la liquidazione totale del danno. Al collaboratore di giustizia Gaspare Spatuzza, che si è autoaccusato del sequestro e ha coinvolto nell'indagine i cinque boss mai finiti sotto inchiesta prima per il delitto, la corte ha riconosciuto la circostanza attenuante della collaborazione con la giustizia. L'accusa in aula è stata sostenuta dal pm Fernando Asaro.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati