Idv: primarie pretesto per inciuci

Una nota del partito: "Il Pd, con il suo sostegno al governo Lombardo, ha inquinato e continua ad inquinare la politica siciliana. Orlando resta candidato al primo turno"

ROMA. "L'ambiguità palermitana è diventata ambiguità romana e il Pd, con il suo sostegno al governo Lombardo, ha inquinato e continua ad inquinare la politica siciliana. Per l'Italia dei Valori le primarie sono uno strumento essenziale di democrazia, ma sono diventate, a Palermo, un pretesto per inciuci e fiere di vanità". E' quanto affermano in una nota congiunta il portavoce dell'Italia dei Valori, Leoluca Orlando e il leader del partito, Antonio Di Pietro.
"Infatti i candidati ed i partiti che partecipano alle primarie - aggiungono Orlando e Di Pietro - dovrebbero dichiarare espressamente l'esclusione di ogni accordo, anche al ballottaggio, con Lombardo ed il Terzo Polo, che in questi anni hanno governato la città in maniera fallimentare con il sindaco uscente del Pdl, Diego Cammarata. Tutto questo continua, ancora ambiguamente, a non essere previsto". "Leoluca Orlando resta candidato al primo turno: il sindaco verrà scelto a Palermo e dai palermitani con le elezioni della prossima primavera", concludono.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati