I giovani e il sociale, iniziativa di Ams

PALERMO. Un nuovo modo per comunicare con giovani e le loro famiglie passa attraverso la radio. Flash Mob è il titolo della rubrica radiofonica promossa dall’associazione per la Mobilitazione Sociale Onlus (Ams) e sostenuta dall’assessorato della Salute della Regione Sicilia, che va in onda dal lunedì al venerdì alle 10, alle 13, alle 16 e alle 19 sulla frequenza 94.00 fm di Radio Time oppure via web all’indirizzo http://www.xdevel.com/radio/radiotime.asx
Gli argomenti riguardano la sicurezza stradale, il consumo di alcol, le dipendenze, l’amore e l’amicizia, la sessualità, l’alimentazione e l’adolescenza e sono trattati da ospiti esperti quali lo psicoterapeuta dell’età evolutiva, Alberto Pellai, la psicologa e psicoterapeuta, Francesca Calavitta, l’ispettore capo della Polizia Stradale, Luigi Martusciello, lo psichiatra del Servizio per le Tossicodipendenze, Giampaolo Spinnato, e il presidente dell’Ams, nonché coordinatore di Progetto Giovani Palermo, Marco Marchese. Flash Mob è inserito nell’ambito di Progetto Giovani On Air, iniziativa cofinanziata dall’assessorato della Salute della Regione Sicilia. Il titolo vuole richiamare il termine usato per indicare la pratica di riunire più persone in un luogo pubblico per pochi minuti con il fine comune di mettere in pratica un’azione insolita. In questo caso, la finalità dell’Ams è di mobilitare giovani e adulti sulla salute dei giovani.  “Oggi - afferma Marchese - è di fondamentale importanza fornire informazioni corrette e utili circa la salute della popolazione giovanile utilizzando canali innovativi e di diffusione di massa.  E’ necessario affrontare gli argomenti con esperti che possano dare le giuste nozioni, rispondere alle domande dei giovani e fornire consigli utili”.  Questo è proprio il lavoro che l’associazione sta portando avanti da diversi anni anche con il portale d’informazione www.progettogiovanipalermo.it dal quale emerge una grande ricerca di informazione su alcuni argomenti. “Parlando con i ragazzi - continua Marchese - abbiamo rilevato che spesso cercano una risposta alle loro domande nei forum online dedicati ai giovani in cui a rispondere sono gli stessi coetanei che non sempre danno le informazioni più corrette. Così ci è anche capitato di leggere di ragazzi che sono convinti che durante la tanto attesa prima volta non si corre il rischio di una gravidanza indesiderata. Niente di più sbagliato”. Una sezione dedicata a Flash Mob è online sul sito www.mobilitazionesociale.it

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati