Cellulari all'Ars: "Ora costi a carico dei deputati"

Lo spiegano dall'Assemblea regionale in merito all'inchiesta della Procura. "Tariffe legate a piani concordati coi gestori"

PALERMO. I deputati regionali e il personale dell'Assemblea regionale siciliana, adesso, beneficiano di tariffe legate a piani concordati con i gestori, comunque i costi delle telefonate sono a carico degli utenti e addebitati direttamente sui loro conti correnti, senza alcun carico per le casse pubbliche. E' quanto spiegano dall'Assemblea regionale in merito all'inchiesta della Procura di Palermo che ha svelato un giro di carte telefoniche, circa 700, assegnati tra il 2001 e il 2006 ai deputati regionali e poi finite nelle mani di amici, parenti e amanti.
L'utenza affidata al parlamentare o al dipendente viene riconsegnata al momento della cessazione del rapporto con il Parlamento, che tuttavia eroga un rimborso mensile di 350 euro ai deputati.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati