I deputati del Pd: "Referendum? Sarebbe inopportuno"

"Con le elezioni alle porte ostacolerebbe il rafforzamento delle alleanze". I parlamentari dell'Ars hanno chiesto al segretario Lupo di convocare la direzione del partito

PALERMO. Il gruppo parlamentare del PD all'Assemblea regionale siciliana ha chiesto all'unanimità al segretario regionale Giuseppe Lupo "di convocare al più presto la direzione regionale del partito, organismo che dovrà valutare l'opportunità di svolgere o meno il referendum" in programma il 12 febbraio sull'alleanza col Terzo polo e il sostegno al governo di Raffaele Lombardo.
La riunione, alla presenza di Lupo e del capogruppo Antonello Cracolici, è durata quasi cinque ore. Nel corso della riunione i parlamentari hanno sottolineato che "con le elezioni amministrative alle porte, lo svolgimento di un referendum interno al partito - si legge in una nota del gruppo del Pd all'Ars - in questo momento sarebbe inopportuno e di ostacolo alla costruzione delle liste e al rafforzamento delle alleanze".
"Gli ultimatum? Di solito si danno in tempo di guerra, qui invece dobbiamo costruire la pace: abbiamo di fronte a noi scadenze elettorali importanti, bisogna lavorare alle alleanze". Così il capogruppo Pd all'Ars, Antonello Cracolici, incontrando i giornalisti a margine della riunione del gruppo a Palazzo dei Normanni ha commentato le dichiarazioni del presidente della Regione Raffaele Lombardo che ieri aveva invitato il Pd a cancellare il quesito referendario sul governo regionale e a fare chiarezza nel giro di 48 ore.


© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati