Sicilia, Economia

Fincantieri, Venturi: ora basta agitazioni

L'assessore alle Attività produttive: "La Regione ha investito 50 milioni per Palermo. Speriamo che non si parli di licenziamenti"

PALERMO.  "La Regione ha messo sul tavolo ingenti risorse economiche: 50 milioni di risorse pubbliche per la ristrutturazione dei bacini da 19 e 52 mila tonnellate dello stabilimento di Palermo. Lo abbiamo fatto, d'accordo con Fincantieri, perché crediamo nel rilancio della cantieristica navale in Sicilia. Per questo motivo parlare oggi, in questo momento delicato per il Paese e ancor di più per la Sicilia, di esuberi o licenziamenti crea un sostanziale clima di panico nei lavoratori che temono di perdere il lavoro". Lo ha detto l'assessore regionale alle Attività produttive, Marco Venturi, partecipando all'incontro in Prefettura sul futuro dello stabilimento palermitano.
"Fincantieri - ha aggiunto - è un grande gruppo mondiale partecipato dallo Stato ma è anche vero che il Governo siciliano ha investito, mentre in altre sedi Italiane nessun altro ente locale ha fatto altrettanto. Ci aspettiamo, nell'ottica del buon senso e per una migliore costruttività, che Fincantieri porti a Palermo le commesse privilegiando un territorio che ha messo soldi pubblici a differenza di altri siti. E che si parli di prospettive e di futuro e non di licenziamenti".
"Comprendo lo stato d'animo dei lavoratori - ha concluso l'assessore - ma è necessario evitare altre agitazioni e sospensioni delle attività che rischiano di compromettere l'esistenza in vita dello stabilimento stesso: perché c'é il rischio che gli armatori non vogliano più portare navi in riparazione a Palermo per il rischio ritardi sulle consegne".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati