Palermo e i monumenti chiusi la domenica

Gallerie, musei, palazzi, chiese, siti archeologici, restano chiusi la domenica ed i giorni festivi. Perchè non chiudere il lunedì come i barbieri e la maggior parte delle attività commerciali? Si dice che manca il personale e sono esaurite le ore di lavoro straordinario e che la chiusura di un giorno infrasettimanale non è sufficiente, in termini di costo di lavoro, a coprire l'apertura nei giorni di festa.
Mi chiedo: è stato mai eseguito un censimento serio del personale tutto, dei custodi deputati a garantire il servizio di sorveglianza e di accoglienza? Ed ancora, tutto questo personale da chi dipende? Sovrintendenza, regione, provincia, comune, curia?
In una biblioteca comunale di un paesino della provincia di Palermo ho contato ben 11 (undici) dipendenti, e sempre nel museo dello stesso paese ancora 13 (tredici) dipendenti (periodo invernale cioè di bassa stagione).
Franco M. Romano, Palermo

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati