Fisco, in Sicilia il 40% degli uffici usa ancora la carta

PALERMO. Quasi la metà degli uffici della Regione usa ancora la carta per la gestione delle pratiche di riscossione delle entrate, con un aggravio sulla spesa per le casse pubbliche. Solo il 60%, infatti, si avvale dei software forniti a titolo gratuito da Equitalia e dalla Serit Spa a supporto dei ruoli per il recupero delle entrate regionali, la cui tipologia è costituita prevalentemente da sanzioni amministrative, recupero di crediti, contributi e canoni. Partendo dai risultati del monitoraggio effettuato dal Dipartimento Finanze sull'utilizzo degli strumenti telematici da parte della pubblica amministrazione che ha fatto emergere le "lacune" per una presunta mancanza di specifiche informazioni, con una apposita circolare l'assessorato al Bilancio ha invitato Equitalia e Serit ad apportare "gli eventuali correttivi che possano rendere più funzionali l'uso dei programmi per la lavorazione telematica dei ruoli. L'assessorato sottolinea che "la fruizione dei canali telematici consente allo stesso tempo di realizzare una diminuzione dei costi derivante dall'eliminazione delle lavorazioni cartacee, in linea con gli obiettivi di semplificazione e razionalizzazione più volte enunciati nei programmi sull'azione amministrativa della Regione con riferimento alla dematerializzazione dei processi contabili ed amministrativi". Più volte la Corte dei Conti ha richiamato l'amministrazione pubblica rispetto all'opportunità che ogni ufficio eserciti una continua vigilanza su tutte le fasi della riscossione, comprese quelle successive all'iscrizione e alla consegna del ruolo all'agente della riscossione. Nella circolare si sostiene "quanto mai opportuno e necessario per tutti gli uffici regionali utilizzare i servizi informatici offerti, allo scopo di raggiungere standard più elevati di efficienza amministrativa e di incrementare i volumi della riscossione anche mediante il costante monitoraggio via web dell'attività esecutiva posta in essere dall'Agente della riscossione".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati