Fincantieri, mille operai in corteo a Palermo

Sciopero anche per i lavoratori dell'indotto al termine dell'assemblea in fabbrica. La protesta è stata organizzata da Fim Fiom e Uilm che contestano il piano industriale del gruppo, in particolare i 140 esuberi previsti in città

PALERMO. Sciopero a Palermo degli operai della Fincantieri e delle aziende dell'indotto. Circa mille lavoratori, dopo l'assemblea in fabbrica, hanno sfilato in corteo per raggiungere la sede della Prefettura, per chiedere un incontro. La protesta è stata organizzata da Fim Fiom e Uilm che contestano il piano industriale del gruppo, in particolare i 140 esuberi previsti a Palermo. "Non accettiamo strumenti coercitivi e chiediamo all'azienda di assegnare una missione produttiva certa per il comparto delle costruzioni navali" dice Francesco Piastra della Fiom. Dopo l'incontro, presidio degli operai davanti ai cancelli dello stabilimento.
Secondo fonti aziendali sarebbero circa 300 i lavoratori che hanno presidiato i cancelli della Fincantieri. Il corteo dei lavoratori ha attraversato l'area del porto. Il traffico nelle zone della protesta è paralizzato, il corteo è pacifico.


AGGIORNAMENTO DELLE 11.19. Gli operai della Fincantieri di Palermo hanno occupato i binari della stazione centrale. I lavoratori stanno protestando contro il piano aziendale che prevede 140 esuberi.


AGGIORNAMENTO DELLE 12.18. Gli operai della Fincantieri di Palermo, in sciopero, hanno liberato i binari della stazione centrale, occupati per circa un'ora per prestare contro il piano dell'azienda che prevede 140 esuberi. I lavoratori sono diretti in Prefettura, dove è previsto un incontro con i sindacati.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati