Paura a Milazzo, barca travolta da un aliscafo

L'uomo a bordo del natante è riuscito a tuffarsi a mare prima dell'impatto. La capitaneria di porto ha aperto un'inchiesta

MILAZZO. Una barca da diporto è stata investita e spezzata in due tronconi da un aliscafo, il "Tiziano" della compagnia Siremar, partito da Milazzo (Messina) alle 8.30 e diretto alle Eolie. L'unico occupante della barca, Antonio De Gaetano, 59 anni, si è buttato in mare prima dell'impatto, mettendosi in salvo. L'uomo, visitato dai sanitari del 118, sta bene. Nessun ferito tra i passeggeri dell'aliscafo.
Il natante di 10 metri era partito dal porticciolo di Vaccarello, diretto a un cantiere di Giammona. Il comandante dell'aliscafo, giunto a circa un miglio dal boccaporto, non si sarebbe accorto della barca, probabilmente a causa di una grossa petroliera in rada che ne ostruiva la vista. De Gaetano, quando ha capito che la collisione era inevitabile, ha avuto la prontezza di tuffarsi in acqua. L'aliscafo ha fatto ritorno in banchina, mentre la capitaneria di porto ha annunciato l'apertura di un'inchiesta.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati