Sicilia, Sport

Calciomercato: Gilardino-Genoa, ormai è fatta

L'ufficializzazione non avverrà prima del 3 gennaio, ma subito le visite mediche. Per l'attaccante un contratto di 4 anni e mezzo

FIRENZE. L'ufficializzazione della cessione di Alberto Gilardino non avverrà prima del 3 gennaio quando si aprirà la fase invernale del mercato; tuttavia la Fiorentina su richiesta del Genoa ha acconsentito a dare il via libera all'attaccante per sottoporsi entro il fine settimana, alle visite mediche nel capoluogo ligure. E' l'ulteriore conferma che ormai l'affare è stato definito: 8 milioni di euro al club viola e un contratto di 4 anni e mezzo (più opzione) al giocatore, vicino ai 30 anni, anche se, ricorda la Fiorentina, la trattativa non è ancora conclusa: perché lo sia occorrono le firme che saranno apposte, appunto, dal 3 gennaio in poi secondo regolamento, un compito che spetterà al presidente esecutivo viola Mario Cognigni.
In ogni caso Gilardino è ormai da considerarsi un ex. Con la sua cessione la società dei Della Valle risparmierà anche circa 6 milioni di euro lordi di ingaggio, aspetto da non sottovalutare considerando che il disavanzo da ripianare supera i 20 milioni. Intanto i tifosi, già amareggiati e arrabbiati per l'attuale stagione, paiono divisi: c'é chi approva la cessione di Gilardino alla luce del suo deludente rendimento nell'ultimo anno e mezzo, quindi ritenendolo un giocatore demotivato, ma c'é pure chi teme che quest'ennesima partenza (dopo quelle di Frey e Mutu in estate e quella prossima di Montolivo il cui nome intanto è di nuovo accostato al Liverpool pronto, secondo i mass media inglesi, a offrire da subito 7 milioni di euro) sia il segnale di una smobilitazione sempre più massiccia.
"Qualunque cosa accadrà sul mercato verrà fatta secondo una logica di miglioramento e non di ridimensionamento - ha replicato Gianfranco Teotino, responsabile delle comunicazioni del club viola - Pur tenendo conto della classifica non c'é alcuna intenzione di sminuire le nostre ambizioni". Il club manager Guerini della Fiorentina ha confermato: "Noi siamo i primi a non essere soddisfatti per come stanno andando le cose, in tutti noi c'é molta rabbia ma anche tanti stimoli e tanta voglia di venirne fuori anche al momento dall'esterno non ci danno tanta fiducia". E riguardo all'addio di Gilardino, che ieri si è allenato regolarmente nel centro sportivo viola, ha ribadito: "C'é una trattativa in
corso, ogni decisione viene concordata con Delio Rossi, la società sta lavorando in piena sintonia con l'allenatore".
A Firenze sono giorni di consultazioni serrate per capire e decidere anche le mosse future sul fronte delle cessioni (da Marchionni a Felipe) e di eventuali acquisti. Nel frattempo Rossi ha deciso di annullare l'allenamento fissato per il pomeriggio dell'1 gennaio, una specie di premio ai giocatori per averli trovati in buona condizione dopo una settimana di vacanza. La ripresa è fissata per il 2 gennaio, quando Gilardino saluterà Firenze per andare in Liguria.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati