Parroco iscrive Gesù all'anagrafe

LONGARONE. Gesù Cristo ora può esibire un certificato di nascita. A prepararlo e firmarlo il sindaco di Longarone Roberto Padrin su richiesta, accolta, del parroco del centro ai piedi della diga del Vajont don Gabriele Bernardi. In realtà non si tratta di un vero e proprio documento che probabilmente, come indica il Corriere del Veneto, avrebbe messo nei guai il primo cittadino, ma di un fac-simile fatto realizzare dal sacerdote per mostrarlo agli alunni della scuola elementare di Longarone. "Un certificato dall'utilizzo puramente educativo - ha spiegato ai giornalisti don Roberto - mi serviva per fornire ai bimbi la prova della reale nascita del Salvatore". Per il sindaco si è trattato di "un'iniziativa simpatica mirata a rafforzare il ruolo dei piccoli durante il Natale. Possiamo dire che Gesù Bambino si è messo in fila per compilare il Censimento come tutti noi". Per ora il documento ha mosso qualche polemica, sollevata dal presidente onorario dell'Unione Atei Piergiorgio Odifreddi ("il parroco ha bisogno dello psichiatra"), e una ridda di domande e risposte su internet.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati