Un americano in Sicilia: basta pregiudizi su Palermo

Sono un americano puro che abita a Castellammare del golfo a tempo pieno e passa tanto tempo a Palermo. Quando parlo di Palermo agli stranieri la reazione è spesso, troppo spesso, la seguente: “Palermo?!” E’ pericoloso!” Perfino quando, non molto tempo fa, ero in viaggio in Israele e nei territori Palestinesi, un Palestinese mi ha detto, “Vieni da Palermo? Sei un uomo coraggioso!” Vi immaginate?! Qualcuno che vive proprio in Cisgiordania dietro i check-points israeliani, nella terra occupata, nella zona di guerra, anche lui pensa che Palermo sia un posto pericoloso. Perché?
Capisco bene la storia e la vita difficoltosa per i palermitani e conosco anche le immagini negative che presentano i film ed anche i giornali di Palermo. Ma è un vero peccato se la paura di street crime tenga fuori i turisti da qui, perché non mi sembra che lo street crime sia peggio di ogni altra città. Per convincere almeno me stesso, avevo deciso di fare una passeggiata in 25 su 25 quartieri di Palermo.
Fatto! Questo americano al 100% ha camminato per l’ampia via Libertà e la stretta via Cruillas, l’agorà di Mondello e l’affollata via Oreto,Montepellegrino e Montegrappa, Borgo Vecchio e Borgo Nuovo, La Kalsa e Lo Zen. Il risultato? Per me è stata una buona esperienza. Non c’è stato alcun problema ed inoltre ho scoperto una Palermo vivace ad ogni angolo e palermitani generosi in ogni quartiere. Credo che il turismo qui potrebbe essere implementato maggiormente se il mondo avesse un'impressione più veritiera su questa bella città.
Gary Drake

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati