Donna assassinata a Lipari

Eufemia Biviano, 60 anni, è stata trovata con il cranio fracassato nel garage, forse il movente è stato un tentativo furto

LIPARI. Una donna di 60 anni, Eufemia Biviano, è stata assassinata la notte di Natale a Lipari, nella frazione di Quattropani. La vittima, che viveva da sola e lavorava come addetta alle pulizie in un albergo, è stata uccisa ieri sera intorno alle 22, forse con un colpo di bastone alla testa.
L'anziana si trovava nella sua casa ed era in attesa di andare a trascorrere la notte di Natale nell'abitazione di alcuni familiari. Non vedendola arrivare i parenti si sono preoccupati e si sono recati nell'appartamento che aveva il portone aperto. La donna è stata trovata nel garage, riversa per terra con il cranio fracassato da un corpo contundente.
Immediatamente sono scattate le indagini dei carabinieri. Secondo gli investigatori è probabile che la donna sia rimasta vittima di un tentativo di furto. La signora avrebbe reagito e sarebbe stata colpita con un bastone.


AGGIORNAMENTO DELLE ORE 17.32. Sarà effettuata domani l'autopsia sul cadavere di Eufemia Biviano, la donna di 60 anni uccisa ieri nella sua casa a Lipari, nella frazione di Quattropani, probabilmente da ladri sorpresi a rubare nell'abitazione. La salma è stata trasferita nella camera mortuaria del cimitero dell'isola. Secondo le prime ricostruzioni, Biviano, che era celibe e viveva da sola, sarebbe stata assassinata ieri pomeriggio. Gli abitanti della frazione l'hanno vista poche ore prima della morte mentre faceva la spesa in paese. La donna sarebbe poi tornata a casa, scesa dall'auto in cui ha lasciato le borse della spesa e si sarebbe avvicinata al garage: lì probabilmente avrebbe sorpreso i banditi che l'hanno assassinata a bastonate. A trovare il corpo è stato il cugino, Giacomo Alessi, che l'aspettava per la cena della vigilia. "Le ho fatto una decina di telefonate - ha detto - ma non rispondeva. Preoccupati siamo andati a casa e l'abbiamo trovata morta. Il locale era chiuso con il lucchetto. Il portone era aperto. Le stanze non erano a soqquadro".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati