Estorsioni a Palermo, ordine di custodia cautelare per due fratelli

Girolamo e Salvatore Di Maio, di 54 e 39 anni, sono già detenuti in carcere, Salvatore è accusato di estorsione e lesioni nei confronti di Rocco Ferdico uno dei proprietari dell'omonima catena di negozi per casalinghi

PALERMO. I fratelli Girolamo e Salvatore Di  Maio (quest'ultimo  detenuto per mafia ed estorsione), di 54 e  39 anni, hanno ricevuto dai carabinieri un ordine di custodia  cautelare in carcere firmato dal gip Jannelli per mafia ed  estorsioni a vario titolo.    Salvatore è accusato di estorsione e lesioni nei confronti di  Rocco Ferdico uno dei proprietari dell'omonima catena di negozi  per casalinghi.    


Salvatore Di Maio, in concorso e su incarico dei boss  Salvatore e Sandro Lo Piccolo avrebbe chiesto il pizzo a Mario e  Francesco Ginestra titolari di un' agenzia ippica.     Girolamo, inoltre, è accusato di partecipazione ad  "associazione mafiosa" essendo, secondo l'accusa, inserito nel  mandamento mafioso del quartiere Tommaso Natale e svolgendo un  ruolo attivo a favore della cosca come l'intestazione fittizia  di beni appartenuti al boss Francesco Di Trapani.     


Secondo l'accusa Girolamo "si è avvalso della conoscenza e  del supporto dei Lo Piccolo al fine di incrementare l'attività  economica dello suo studio di odontoiatria: avrebbe eliminato  grazie alla forza intimidatrice derivatagli dalla propria  appartenenza a Cosa Nostra la concorrenza di un altro studio". 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati