Sicilia, Politica

Consulenti e precari alla Regione, scattano nuove assunzioni

Pronte le selezioni delle società partecipate per aspiranti contrattasti e lavoratori dipendenti. Ecco gli ultimi bandi pubblicati

PALERMO. È il Natale delle long list e delle assunzioni a sorpresa. Con bandi più simili a blitz che a concorsi le società partecipate della Regione hanno completato o stanno completando nel breve volgere di pochi giorni selezioni di precari, aspiranti contrattisti e lavoratori dipendenti. L’operazione di maggiore rilievo l’ha messa a segno la società Parco scientifico e tecnologico con una quarantina di assunzioni. Si tratta di una di quelle partecipate nate agli inizi degli anni Duemila per agevolare l’informatizzazione della Regione. Doveva essere chiusa a fine anno e inglobata dalla Sicilia e Ricerca, almeno questo prevedeva la prima stesura del decreto di riordino delle partecipate. E invece, nella versione definitiva alla Parco scientifico e tecnologico è stata assicurata una mission autonoma: salvaguardia del territorio. Per salvarla è stato necessario modificare lo statuto. A guidarla è Marco Romano, fedelissimo di Lombardo, che era stato anche alla guida dell’assessorato alle Attività produttive prima di entrare in conflitto con l’assessore Venturi. La Parco scientifico e tecnologico ha pubblicato il 18 novembre sul proprio sito un bando per 34 esperti da mettere sotto contratto per un anno. La domanda andava presentata entro il 28 novembre. E lunedì scorso la procedura si è chiusa con le assunzioni di esperti in biologia molecolare, bionformatica, tecnologie diagnostiche fitopatologiche, alimentari, analisi microbiologiche, chimica agraria e varie altre figure. La selezione era per titoli e i contratti sono di almeno un anno. Stipendio? Ancora da decidere: «Retribuzione commisurata al curriculum professionale». Appena chiusa questa selezione, il 28 novembre la stessa Parco scientifico e tecnologico ha pubblicato sul sito un secondo bando per tre esperti in progettazione di prodotti e processi industriali per semiconduttori. Le domande andavano presentate entro venerdì scorso, 9 dicembre. In attesa di conoscere i vincitori, ecco la promessa di un contratto da cocopro di 3 mesi. Anche in questo caso, stipendio non precisato. L’ultimo bando chiuso dalla Parco scientifico e tecnologico è per la ricerca di una società specializzata in comunicazione: pubblicato il 15 novembre, è già stato assegnato alla I Press di M. La Rosa&C. «Tutte selezioni anticipate qualche settimana prima da avvisi sui giornali - precisa Romano -. I requisiti e i numeri erano previsti nei progetti grazie ai quali abbiamo ricevuto i fondi». La Sicilia e Ricerca, guidata da un altro uomo dell’Mpa, Nicola Vernuccio, ha a sua volta appena bandito una selezione per creare una long list di esperti in tecniche legali, giuridico-amministrative ed economico-aziendali per la realizzazione in collaborazione col dipartimento Energia della Regione del Centro di competenza per l’energia da finanziare con fondi europei. Il bando, pubblicato il 25 novembre, scade oggi alle 13 (le domande possono anche essere presentate di persona nella sede palermitana della società in via Thaon de Revel). I contratti saranno di un anno. Anche l’Ast, Azienda trasporti siciliana, sta cercando avvocati ed esperti in diritto da iscrivere in una long list che diventerà l’Albo aziendale degli esperti legali da chiamare quando ci sarà bisogno. Il fenomeno delle long list, con cui le amministrazioni pubbliche stanno delegando a consulenti compiti che non riescono a svolgere al proprio interno, è ormai diffusissimo. Vi ha appena fatto ricorso anche la Sovrintendenza di Catania che ha iscritto nello speciale elenco 42 persone che saranno chiamate per realizzare iniziative legate al Centro di eccellenza e ricerca per il Paesaggio mediterraneo. 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati