Serie A: Il Milan frena, l'Udinese no

I rossoneri pareggiano 2 a 2 contro il Bologna di Pioli, mentre i friulani battono il Chievo e si portano in testa alla serie A, aspettando il posticipo Roma-Juve

ROMA. Il Milan frena, l'Udinese no. Anzi rilancia, sorpassa e si gode il primato in solitario. Le emozioni non mancano nel turno domenicale della serie A seppure in formato ridotto (solo 4 gare): i rossoneri inciampano al Dall'Ara contro un Bologna che ci ha messo gambe e cuore per impedire alla squadra di Allegri di andare via dal capoluogo emiliano a punteggio pieno  Tra papere, rigori dati e reclamati e proteste (super lavoro per l'arbitro Rocchi), i campioni d'Italia devono accontentarsi di un 2-2 che li lascia a due punti dalla vetta. Quella che l'Udinese di Guidolin si gode, almeno per una notte, in attesa del big match di domani sera all'Olimpico tra Juve e Roma.


Soffre, ma alla fine conquista altri tre punti preziosissimi, l'Udinese di Guidolin che batte 2-1 il Chievo: ad aprire la strada alla nona vittoria dei bianconeri del Friuli il solito Totò Di Natale che sale così a quota dieci reti e diventa il leader della classifica marcatori insieme a Denis. Poi il raddoppio di Basta e infine la rete di Paloschi, che prova a riaprire il match per i veronesi. Ma il triplice fischio finale premia ancora una volta l'Udinese, che sale a 30 punti, scavalca il Milan e tiferà Roma nel posticipo di lunedì.


Pari senza reti al Sant'Elia tra Cagliari e Parma, e finisce invece 1-1 tra Atalanta e Catania, con i bergamaschi che sono riusciti a rimediare con Tiribocchi alla rete di Legrottaglie
che aveva portato in vantaggio il Catania di Montella.
  

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati