Manovra, Lombardo: "Va bene il rigore, ma il Sud deve crescere"

Il presidente della Regione: "Non ha senso, infatti, stringere la cinghia e non ci può essere crescita se non assistiamo alla ripresa del Mezzogiorno, oggi, indebolito"

CALTANISSETTA. «D'accordo rigore, d'accordo equità ma soprattutto Mezzogiorno. Non ha senso, infatti, il rigore e non ci può essere crescita se non assistiamo alla ripresa di un Sud del Paese, oggi, indebolito». Lo ha detto il leader del Mpa e presidente della Regione siciliana, Raffaele Lombardo oggi al forum a Caltanissetta . «Da domani il Movimento per le Autonomie rafforzerà la propria azione in difesa dei diritti del Sud, - ha aggiunto - con una serie di iniziative concentrate su alcuni temi ritenuti prioritari, come il ripristino dei collegamenti ferroviari per i treni a lunga percorrenza, il versamento delle accise per tamponare il caro benzina in Sicilia, l'applicazione di misure per il credito e la fiscalità di vantaggio a sostegno della ripresa economica».


Lombardo ha poi lanciato la nuova fase del tesseramento, rivolgendo a tutti i militanti l'invito «a sostenere le prossime battaglie, a proporre idee nuove, a mettersi in discussione ogni giorno con nuovi obiettivi ed a valutare i risultati raggiunti». Il governatore ha poi anche detto che il governo di Roma dovrebbe tagliare almeno il 50% dei deputati alla Camera e al Senato per la politica del contenimento dei costi, aggiungendo inoltre: "Monti ha il nostro sostegno, ma solo perchè capiamo che in questo momento è importante fare così per il bene del paese"

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati