Sequestrati a Palermo oltre 50 mila prodotti contraffatti

PALERMO. Una cinese di 54 anni, senza permesso di soggiorno, è stata denunciata dalla Guardia di finanza di Palermo per vendita di prodotti contraffatti. Per la donna, che deve rispondere anche di ricettazione, sono scattate le procedure per l'espulsione. I finanzieri sono risaliti a lei mettendo sotto osservazione i movimenti di alcuni extracomunitari, ambulanti abusivi, che acquistavano merce in un box anonimo in via Maqueda. Le Fiamme gialle hanno sequestrato accessori per abbigliamento, giocattoli, lampadine, accendini, zaini. La merce recava loghi contraffatti di diverse case di produzione, per un complesso di 54.486 pezzi che avrebbero fruttato all'atto della vendita poco meno di mezzo milione di euro. Tutti i prodotti sono stati acquistati in nero.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati