Regione, più soldi ai dipendenti che lavorano meglio

E' quanto prevede la bozza di regolamento proposta dall'assessore per le Autonomie locali e la Funzione pubblica, Caterina Chinnici e apprezzata dalla giunta, che stabilisce nuove modalità per la misurazione, valutazione e trasparenza della performance

PALERMO. Più soldi e avanzamenti di  carriera per i dipendenti della Regione che svolgono al meglio  il proprio lavoro e raggiungono gli obiettivi. E' quanto prevede  la bozza di regolamento proposta dall'assessore per le Autonomie  locali e la Funzione pubblica, Caterina Chinnici e apprezzata  dalla giunta, che stabilisce nuove modalità per la misurazione,  valutazione e trasparenza della performance dei dipendenti  regionali. Il nuovo meccanismo, in attuazione della legge sulla  trasparenza e semplificazione amministrativa, ha lo scopo di  perseguire "il continuo miglioramento degli standard  qualitativi ed economici dei servizi offerti, nonché la  crescita delle competenze professionali del personale".    


Lo schema di regolamento, che è il frutto del lavoro di  un'apposita cabina di regia composta da tecnici esperti della  materia, ha già avuto il parere favorevole dell'ufficio  legislativo e legale della Regione e adesso verrà inviato al  Consiglio di giustizia amministrativa e successivamente alla  Corte dei conti.     "Il regolamento - spiega l'assessore Chinnici - mira  all'ottimizzazione della produttività, dell'efficienza e della  trasparenza ed è finalizzato a introdurre all'interno della  pubblica amministrazione regionale una nuova disciplina del  ciclo di gestione della performance. Abbiamo previsto, inoltre,  la soppressione degli attuali organismi di valutazione, i  Sepicos (servizi di pianificazione e controllo strategico), con  una sostanziale riduzione dei costi connessi al loro  funzionamento".     Attualmente i 13 Sepicos (presidente della Regione e 12  assessori) sono formati da 73 componenti, tra i quali 15  dirigenti esterni e 14 consulenti. Con la nuova organizzazione,  invece, saranno 32 (27 interni e solamente 5 esperti). Il  risparmio stimato per la riduzione degli esterni, quindi, è di  quasi 2 milioni di euro l'anno, ai quali vanno aggiunti quelli  provenienti dalla soppressione dei Sepicos 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati