Morì folgorato nella doccia di casa: padre condannato

RAVANUSA. Il giudice monocratico  del tribunale di Agrigento, Alfonso Pinto, ha condannato a 4  mesi di reclusione (pena che ricade nell'indulto) per omicidio  colposo, Calogero Bisaccia, padre di Stefano, il ragazzo di 25  anni che nell'agosto 2005 morì folgorato nella doccia di casa.  La tragedia domestica fu causata da un corto circuito. 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati