Investì e uccise un pensionato: era sotto l'effetto di droga

L'incidente il 6 novembre a Catania. Un ventiquattrenne incensurato travolse Benito Todaro, 61 anni, mentre attraversava sulle strisce pedonali

CATANIA. Aveva assunto sostanze stupefacenti l'incensurato di 24 anni, N.B., che la sera del 6 novembre scorso era alla guida di una Smart che ha travolto e ucciso un pensionato di 61 anni, Benito Todaro, mentre attraversava sulle strisce pedonali a Catania, fuggendo senza soccorrerlo. E' quanto emerso da accertamenti clinici eseguiti sul 'pirata della strada' che è agli arresti domiciliari in attesa dell'udienza di convalida da parte del Gip.
Ad arrestarlo, poche ore dopo l'incidente, erano stati i carabinieri del comando provinciale di Catania che hanno anche identificato un giovane che era con lui la sera della tragedia: é un incensurato di 24 anni, A.M., che lo avrebbe aiutato a eludere le indagini nascondendo l'auto lontano dalla casa del guidatore. Sentito da militari dell'Arma, A.M., ha reso ampia confessione ricostruendo la dinamica dell'incidente e il tentativo di depistaggio, e per questo è stato denunciato in stato di libertà per favoreggiamento personale.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati