Corte dei conti, tre imprenditori condannati

PALERMO. Tre imprenditori trapanesi sono stati condannati dalla sezione giurisdizionale d'appello della Corte dei conti a risarcire 1,3 milioni di euro al ministero delle Attività produttive. Antonino Bonomo e i figli Francesco e Giovanni, soci della Helios, intascarono i contributi della legge 488 per realizzare una struttura turistica a Castellammare del Golfo. La guardia di finanza accertò l'inesistenza di alcune opere e un vasto giro di fatture gonfiate che fecero perdere alla società il diritto al contributo pubblico.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati