Laura, la studentessa ferita è tornata a Catania

CATANIA. E' atterrato intorno alle 12,20 di stamane nell'aeroporto di Catania l'aereo, proveniente da Forlì, con a bordo Laura Salafia, la studentessa universitaria 35enne di Sortino (Siracusa) rimasta gravemente ferita dopo essere stata colpita a Catania da un proiettile vagante il primo luglio del 2010. La ragazza, tornata nel capoluogo etneo dopo 16 mesi trascorsi nel Montecatone Rehabilitation Institute di Imola, è stata accolta dal Presidente della Regione Siciliana Raffaele Lombardo. Il trasferimento della giovane, rimasta paralizzata agli arti a causa di un proiettile vagante che la colpì all'uscita dell'Università, è stato effettuato grazie a un aereo dotato di apparecchiature elettromedicali con a bordo un'equipe medica di riabilitazione che l'ha assistita durante il volo da Forlì. L'aereo è stato messo a disposizione dalla Regione Siciliana attraverso l'Ente regionale per il diritto allo studio (Ersu). Nel suo viaggio di rientro Laura è stata accompagnata anche dai genitori e dall'assessore regionale per l'Istruzione Mario Centorrino. Laura è stata successivamente trasferita in ambulanza nell'Unità Spinale Unipolare dell'ospedale "Cannizzaro", dove rimarrà alcuni mesi per proseguire la terapia riabilitativa e acquisire il massimo di autonomia possibile fino al rientro nella sua abitazione.  

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati