Mazara: tenta di uccidere il padre, poi si costituisce

Vincenzo Asaro, 31 anni, è stato arrestato dai carabinieri. L'uomo avrebbe accoltellato il padre, ricoverato in prognosi riservata. Alla base di tutto ci sarebbe la contestazione di una scelta religiosa

MAZARA. Un trentunenne,  Vincenzo Asaro, ieri è stato arrestato dai carabinieri dopo  essersi costituito, accusandosi del tentativo di omicidio del  padre, di 58 anni. Quest'ultimo, secondo il figlio, nei giorni  precedenti gli avrebbe contestato una scelta religiosa. L'uomo  lo ha trafitto al collo con un coltello da cucina, ferendolo  gravemente, mentre si trovava davanti alla tv e stava seguendo  su 'La vita in diretta' un servizio dal titolo 'Quando la  religione divide: storie di chi non accetta la differenza e  uccide'.      Dopo avere accoltellato il padre, Asaro, che si trovava agli  arresti domiciliari per furto, è fuggito. La vittima è stata  invece soccorsa da un passante che l'ha accompagnata  nell'ospedale 'Abele Ajello', da dove è stata trasferita, in  prognosi riservata, nel 'Cervello' di Palermo. Mentre i  carabinieri lo cercavano, Vincenzo Asaro si è  costituito 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati