Ingroia: "Io in politica? Per ora lo escludo"

"Sono contento di quello che faccio - ha affermato il magistrato - per il futuro non si sa mai, ma nei confronti di nessun magistrato. Quelle di Sgarbi sono boutade e vanno presente per quello che sono"

PALERMO. "Al momento lo escludo". Così  Antonio Ingroia, procuratore aggiunto di Palermo, commenta la  possibilità di un suo ingresso in politica.     "Per il momento sono contento di quello che faccio - ha  affermato Ingroia - per il futuro nulla si può escludere, ma  nei confronti di nessun magistrato".   "Quelle di Sgarbi sono boutade e vanno presente per quello  che sono - ha commentato in riferimento alle affermazioni del  critico d'arte in merito a una lista civica 'Sgarbi-Ingroia' per  le prossime amministrative di Palermo - Per il resto in questo  non vedo prospettive a breve scadenza" . ". in merito  al fascicolo aperto dall'Anm in seguito alle sue affermazioni,  al congresso del Pdci, in occasione del quale il magistrato  aveva detto di sentirsi "un partigiano costituzionale" h a risposto:    "Sono abbastanza sereno. C'é un po' di polemica attorno ai miei interventi, ma non credo di aver violato mai né la legge né le  regole deontologiche dell'essere magistrato". 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati