Università, a Palermo premi e rimborsi ai più bravi

Firmato il decreto dal rettore Lagalla. Agevolazioni anche per gli stranieri. A disposizione 500 mila euro

PALERMO. Scatta l'assegnazione di premi e rimborsi per gli studenti meritevoli, ma anche per gli stranieri iscritti ai corsi dell'università di Palermo. Il rettore Roberto Lagalla ha firmato il decreto che dà il via libera a un'iniziativa voluta "per affermare concretamente - dice - che l'ateneo guarda al merito come valore da premiare e da riconoscere". Quindi, i 500 mila euro annuali destinati dal Cda dell'ateneo saranno distribuiti come premio ai ragazzi appartenenti alle fasce di reddito più basse (0, 1 e 2) che si sono laureati in corso ed entro la sessione di ottobre dell'anno accademico 2010/11, con un voto non inferiore a 105 su 110. Invece, agli immatricolati dell'anno accademico 2011/12, che sono usciti dalle scuole superiori con il massimo dei voti (100 su 100), l'ateneo rimborserà la tassa di partecipazione (50 euro) ai test di accesso ai corsi, sia quelli a numero chiuso che ad accesso libero. E poi coloro che si sono laureati con lode e si sono adesso iscritti al primo corso di laurea magistrale usufruiranno dell'abbattimento di una fascia di reddito rispetto a quella di appartenenza e, se provengono da altre università, saranno esentati dal pagamento del contributo di ateneo per l'anno in corso.
Infine, le agevolazioni per gli studenti stranieri che si iscrivono al primo anno di un corso magistrale: se comunitari si vedranno applicare, indipendentemente dal proprio reddito, la prima fascia. Se provenienti da Paesi extracomunitari, la fascia zero. Per fruire di premi, rimborsi e agevolazioni, bisogna presentare entro 45 giorni dalla data di emanazione del decreto istanza all'ufficio tasse e contributi, in viale delle Scienze, edificio 3.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati