Amministrative a Palermo, Rifondazione: non parteciperemo alle primarie

PALERMO. "Il centrosinistra palermitano continua a non sciogliere il nodo politico fondamentale e, per questa ragione, riteniamo che non ci siano le condizioni per una nostra partecipazione alle primarie". Lo afferma Antonio Marotta, segretario regionale di Rifondazione Comunista. "Non si possono fare alleanze con i partiti del cosiddetto Terzo polo, che hanno condiviso per ben nove anni il governo decennale di Cammarata - continua Marotta - Non si può cambiare Palermo con gli stessi soggetti che hanno devastato la città. Su questo punto permangono sostanziali ambiguità all'interno del centrosinistra. Sosteniamo, con forza, che non si possa rimandare questo fondamentale elemento di chiarezza a dopo lo svolgimento delle primarie. Le primarie sono uno strumento utile per selezionare i candidati e per individuare le priorità programmatiche ma non possono essere un dogma da cui far discendere le priorità politiche". "La nostra critica a questo modo di intendere le primarie - conclude Marotta - non rappresenta una rinuncia all'obiettivo di costruire le condizioni per riconquistare Palermo, anzi siamo impegnati, insieme a partiti e soggetti sociali, nella costruzione di una lista unitaria della sinistra che possa contribuire alla trasformazione della nostra città e alla costruzione di un futuro migliore per Palermo".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati