Muore d’infarto, suo fratello stroncato dal dolore pochi minuti dopo

Guido e Alberto Mario Garofalo morti a distanza di un’ora durante una gita fuori porta nella Pineta di Nicolosi, sull’Etna. Gestivano un’azienda ereditata dal padre a Belpasso

NICOLOSI. Guido Garofalo, 45 anni, stava trascorrendo una gita fuori porta nella Pineta di Nicolosi, sull'Etna, quando, durante il pranzo, è stato colpito da un infarto fulminante. Il fratello della vittima, Alberto Mario, di 54, non regge al dolore ed è stroncato, a sua volta, da un infarto. I medici e il personale del 118, chiamati sul posto per soccorrere Guido, hanno tentato di salvare il fratello, ma non c'é stato nulla da fare.    
Guido e Alberto Mario, come riporta un quotidiano, erano molti uniti nella vita e lo sono stati anche nella morte. Il primo lascia la moglie e due figli, il secondo la consorte e tre figli.  I Garofalo erano figli di una famiglia numerosa, avevano sette sorelle e un altro fratello, gestivano un'azienda ereditata dal padre a Belpasso per la produzione di ossigeno per uso terapeutico e industriale. La Procura di Catania ha disposto la restituzione delle salme ai familiari.  

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati