Palermo, tangenti al Comune: spunta il nome di un consigliere

Gerlando Inzerillo (Grande Sud) non è indagato dalla Procura. Il giostraio che ha dato il via all'inchiesta ha raccontato che Rosario Torrasi gli riferì di aver parlato con il politico per risolvere un intoppo che bloccava il rilascio della licenza

PALERMO. C'é anche il nome di un consigliere comunale nell'inchiesta sulle tangenti al comune di Palermo: Gerlando Inzerillo (Grande Sud). Inzerillo non è indagato dalla Procura.
Il giostraio che ha dato il via all'inchiesta ha raccontato che Rosario Torrasi gli riferì di aver parlato con Inzerillo per risolvere un intoppo che bloccava il rilascio della licenza. Il giostraio sostiene di avere consegnato, durante la campagna elettorale del 2007, 1500 euro alla segreteria del politico.
Gli inquirenti non escludono che Torrasi possa avere millantato la conoscenza col consigliere.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati