Traffico di rifiuti, 4 arresti in Calabria

REGGIO CALABRIA. Operazione dei carabinieri di Reggio Calabria e del Noe per l'esecuzione di quattro ordinanze di custodia cautelare agli arresti domiciliari ed una di obbligo di dimora nell'ambito di un'inchiesta della Dda reggina su un traffico illecito di rifiuti. I carabinieri hanno anche notificato quattro avvisi di garanzia. Secondo l'accusa avrebbero messo in atto diverse operazioni illecite allo scopo di risparmiare il denaro necessario per un corretto smaltimento del percolato, per la ricopertura e la compattazione giornaliera dei rifiuti, nonché per le opere necessarie per una corretta manutenzione di una discarica. La discarica consortile di Casignana, nella Locride, che serve gran parte dei Comuni del reggino, compreso Reggio Calabria, è stata sequestrata dai carabinieri che hanno anche arrestato il sindaco Pietro Armando Crinò, di 62 anni nell'ambito dell'inchiesta su un traffico illecito di rifiuti.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati