Caltanissetta, Campisi querela il pentito che lo accusa

Il sindaco ha deciso di avviare un’azione legale contro Elia Di Gati secondo cui avrebbe ottenuto il sostegno elettorale da alcuni esponenti mafiosi

CALTANISSETTA. Il sindaco di Caltanissetta, Michele Campisi, ha annunciato di avere dato mandato al suo avvocato di querelare il collaboratore di giustizia Elia Di Gati, che nei giorni scorsi lo aveva accusato di avere avuto sostegno elettorale da alcuni esponenti mafiosi. Accuse respinte dal primo cittadino. "Nulla di più falso e infondato. Anzi dietro questa campagna stampa denigratoria si nasconde, in realtà, una precisa strategia per creare un danno di immagine tale da condizionare il mio lavoro e il mio operato e indebolire così la giunta". Per questo motivo il sindaco ha incaricato l'avvocato Raffaele Palermo affinché "assuma le opportune iniziative giudiziarie a tutela della mia persona, della mia famiglia, della mia città e quindi di tutti i cittadini nisseni".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati