Mafia, pentito: "Progettata l'uccisione del capo della mobile di Trapani"

Lo ha rivelato il collaboratore di giustizia Francesco Milazzo che ha deposto oggi in aula al processo per l'uccisione del giornalista-sociologo Mauro Rostagno. Ha parlato di alcuni omicidi e delle attività della cosca guidata da Vincenzo Virga

TRAPANI. La mafia trapanese aveva progettato negli anni '90 l'uccisione del capo della squadra
mobile, Giuseppe Linares.
Lo ha rivelato il collaboratore di giustizia Francesco Milazzo, che ha deposto oggi in aula al processo per l'uccisione del giornalista-sociologo Mauro Rostagno.
Milazzo ha parlato di alcuni omicidi e delle attività della cosca guidata da Vincenzo Virga, indicato come il mandante del delitto Rostagno. Descrivendo gli scenari criminali di quegli anni, Milazzo ha poi detto che la mafia progettava di compiere un delitto "eccellente" eliminando Linares, uno degli
investigatori più impegnati nelle indagini su Cosa nostra. Ma il piano non venne portato a termine.
A Virga, ha riferito Milazzo, disse: "I tempi non sono ancora maturi".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati