I tifosi delusi: "Rinforziamo l'organico"

PALERMO. "Purtroppo doveva succedere". Per tre anni di fila il Palermo è stato la bestia nera della Juventus e prima o poi doveva accadere di tornare sconfitti dallo stadio della Vecchia Signora». C'è chi si consola aggrappappandosi alle statistiche per trovare una spiegazione alla sconfitta di ieri dei rosanero contro la Juve, come Angelo Signorino che ha inviato questo messaggio all'indirizzo diretta@gds.it del sito internet del Giornale di Sicilia (www.gds.it) durante la trasmissione Tgs Studio Stadio. Angelo Signorino cerca, inoltre, di trovare la spinta per i prossimi impegni nonostante l'ennesimo tracollo in trasferta. «Invece di criticare l'operato di Mangia, creando problemi, cerchiamo di trovare soluzioni, per esempio andando tutti allo stadio domenica prossima e facendo sentire ai nostri rosanero che ci siamo con loro».


Ma c'è chi, invece, mette sul banco degli imputati il giovane allenatore rosanero. E il primo di tutti a salirci è il tecnico, Devis Mangia, colpevole secondo alcuni lettori di www.gds.it di non aver saputo interpretare al meglio il match allo Juventus Stadium. «Il Palermo mi ha pienamente deluso, fuori casa non riesce più a vincere. Non ritengo Mangia all'altezza, non ha saputo leggere la gara con la Juve. Zamparini potrebbe mandarlo via, non si può subire cosi. Sembra che il Palermo sia in confusione, Mangia deve andarsene ci vuole un allenatore più bravo», scrive Salvatore Arena. «Prima ancora di vincere in trasferta, il Palermo deve imparare a pareggiare fuori casa, e questo significa crescere in termini di solidità e di umiltà, componenti che possono creare le condizione per scalare qualche posizione in classifica», commenta, invece, Antonio Castronovo. E c'è chi fa suonare l'allarme per quanto riguarda la rosa a disposizione dell'allenatore, Devis Mangia. Per Antonino D'Alessandro, infatti, è necessario intervenire nel mercato di gennaio. «Se Zamparini non compra qualche attaccante e un difensore con questa squadra non arriveremo lontano e dovremo lottare per non retrocedere». «Che nostalgia pensare che con qualche acquisto con la squadra che avevano l'anno scorso potevamo lottare anche per lo scudetto», scrive invece Vincenzo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati