Vende on line ceramiche calatine del '300 rubate, denunciato

CATANIA. Un uomo di 48 anni che vendeva su Internet preziose e rare ceramiche rubate nei mesi scorsi dall'abitazione privata di Antonino Aragona, lo scomparso fondatore del Museo di Caltagirone, è stato identificato e denunciato dalla polizia postale di Catania, che ha recuperato la refurtiva. Tra i pezzi banditi all'asta sul web c'erano nove mattonelle in ceramica del 1300 e del 1500, e un piatto raffigurante la Madonna del 1600. Nel denunciare il furto nello scorso ottobre la figli di Aragona aveva segnalato la possibilità che gli oggetti rubati fossero stati messi in vendita su un noto portale di aste. La polizia postale di Catania ha subito individuato su Internet il venditore e un agente sotto copertura ha finto di essere interessata all'acquisto. Durante una perquisizione nell'abitazione del venditore, disposta dal Procuratore della Repubblica di Caltagirone, Francesco Paolo Giordano, investigatori hanno recuperato tutta la refurtiva. Il venditore, un uomo del Calatino di anni 48, è stato denunciato in stato di libertà per ricettazione, assieme a due suoi presunti complici.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati