Inchiesta Enav, arrestato l'amministratore delegato

Blitz nell'ambito dell'inchiesta sugli appalti dell'Ente nazionale di assistenza al volo. Ai domicialiari Guido Pugliesi, Manlio Fiore, direttore commerciale di Selex e il commercialista Marco Iannilli

ROMA. Arresti e perquisizioni sono in corso a Roma e in altre città nell'ambito dell'inchiesta sugli appalti Enav condotta dalla Procura della Repubblica della Capitale.
Sono tre gli arresti eseguiti dai Carabinieri del Ros nell'ambito dell'indagine della procura di Roma sugli appalti Enav: Guido Pugliesi, Ad dell'Enav (ai domiciliari); Manlio Fiore direttore commerciale di Selex e Marco Iannilli, commercialista del cosiddetto 'gruppo Mokbel'.
Pugliesi è accusato di illecito finanziamento in relazione ad una presunta tangente da 200 mila euro versata dall'imprenditore Tommaso Di Lernia, titolare della Print System, al segretario amministrativo dell'Udc Giuseppe Naro. Quest'ultimo, a sua volta, è indagato dalla Procura di Roma per illecito finanziamento.
Il ruolo di Pugliesi in questo episodio sarebbe legato all'accompagnamento di Di Lernia nell'ufficio di Naro in via Due Macelli, a Roma. Per la Procura le prove dell'incontro sono dimostrate dal fatto che il telefono cellulare di Di Lernia risultava agganciato alla cella di via Due Macelli e dal passaggio della sua auto nella zona a traffico limitato (Ztl). Non solo, Di Lernia, che con le sue rivelazioni ha consentito di aprire uno squarcio nel meccanismo degli appalti dell'Enav, avrebbe riconosciuto Naro durante un interrogatorio attraverso una fotografia.

Anche Lorenzo Borgnogni, responsabile delle Relazioni esterne di Finmeccanica, dimissionario, è tra gli indagati dell'ultimo filone d'inchiesta sugli appalti Enav. Per lui, secondo quanto si è appreso, era stato richiesto l'arresto, ma il gip non l'ha concesso.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati