Violentava nipote, condannato a sette anni

PALERMO. Un maresciallo dell'esercito  palermitano, E.S. è stato condannato dal Gup Maria Pino a sette  anni e quattro mesi di carcere per aver violentato ripetutamente  la nipotina di otto anni, nel 2010. Il militare, come avrebbe  accertato dal Pm Fabiola Furnari, tornava ogni tanto a Palermo  da Perugia, la città in cui lavorava. In occasione dei suoi  rientri in città l'imputato andava a trovare la bambina e la  cognata, moglie del fratello morto, e in quelle occasioni  avrebbe abusato della nipotina.      Invano la vittima ha raccontato alla mamma le violenze  subite. La donna le avrebbe risposto di non volere sentire quei  racconti. Trascurata dalla madre, maltrattata dal fratello più  grande la bambina è stata affidata ad una comunità e ha  raccontato agli assistenti sociali gli abusi subiti dallo zio.       Una consulenza ginecologica e l'esame di psichiatri infantili  hanno confermato i suoi racconti. Il maresciallo si trova in  carcere da un anno.  

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati