Il vescovo di Mazara a Matteo Messina Denaro: "Costituisciti"

Lo ha detto monsignor Domenico Mogavero, rispondendo alla domanda di un giornalista durante l'incontro stamattina con i dieci operai che stanno raccogliendo le olive per produrre l'olio col marchio di Libera. "Lui è un nostro diocesano, saprà come farlo"

MAZARA. "Matteo Messina  Denaro è un nostro diocesano, si costituisca, saprà come  fare". Lo ha detto il vescovo di Mazara del Vallo, monsignor  Domenico Mogavero, rispondendo alla domanda di un giornalista     durante l'incontro stamattina con i dieci operai che stanno  raccogliendo le olive per produrre l'olio col marchio di Libera  nell'uliveto confiscato a Gaetano Sansone in contrada Seggio  Torre a Castelvetrano.    


"Le voci isolate rimarranno tali nella lotta alla mafia - ha  proseguito -, quello che serve, invece, è un impegno corale di  tutti, al di la delle parole, con la concretezza delle azioni e  dei fatti". I venti ettari di terreno sono stati affidati dal  Comune alla gestione di Libera che - insieme alla Diocesi di  Mazara del Vallo (tramite il "Progetto Policoro") - sta  costituendo una cooperativa sociale per la gestione del fondo.      "I messaggi concreti arrivano proprio da azioni come queste  - ha ribadito Mogavero - in questa terra che oggi torna alla  società civile si raccolgono i frutti profumati di legalità,  con un impegno sia del mondo civile che di quello ecclesiastico.  E questa è la migliore risposta nei confronti di chi, nei  giorni addietro, ha gettato discredito nei confronti di  associazioni ecclesiastiche che avrebbero avuto affidamenti di  comodo, che accumulano senza alcuni esito produttivo". 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati