Vandali al liceo Meli di Palermo

Polvere dagli estintori nell’atrio del classico di via Aldisio. Il preside chiede maggiori controlli

PALERMO. Altro raid vandalico al liceo classico Meli di via Aldisio a Palermo. Gli studenti e i docenti hanno trovato stamattina l'atrio interno cosparso dalla polvere degli estintori. Già nei giorni scorsi era accaduto un episodio analogo.     
"Dopo essere entrati in classe, da un ingresso secondario - dice Maria Giulia Franco, studentessa di quinta ginnasio - ci siamo lamentati per le condizioni di inagibilità in cui si trovava l'istituto. Dopo mezz'ora abbiamo lasciato la scuola. E ci è stato detto che l'edificio rimarrà chiuso per due giorni". "Ancora una volta la nostra scuola - afferma il preside Salvo Chiaramonte - viene violentemente attaccata e costretta alla paralisi. Oggi abbiamo subito il secondo episodio di vandalismo con l'apertura di estintori che ha reso inagibile il corpo centrale della scuola. Tale modalità messa in atto in altri plessi del quartiere Resuttana San Lorenzo, già da qualche anno, ha assunto forse, nella mente dei responsabili l'idea di un facile attacco alle istituzioni scolastiche". Il preside chiede un maggiore controllo delle forze dell'ordine e delle associazioni che promuovono la legalità e contrastano quotidianamente forme di criminalità organizzate.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati