No alle bevande gassate, norma impugnata

Per combattere l'obesità nella popolazione giovanile era stato introdotto il divieto di inserirle nei distributori automatici delle scuole, per far posto a spremute e frutta fresca

Sicilia, Politica

PALERMO. Il commissario dello Stato Carmelo Aronica ha impugnato davanti alla corte costituzionale alcuni articoli del disegno di legge su agricoltura, pesca, artigianato, cooperazione e commercio che era stato approvato dall'Assemblea regionale lo scorso 9 novembre. Tra le norme "bocciate" dal prefetto Aronica, anche l'articolo 38 sul divieto di somministrare bevande gassate nei distributori automatici delle scuole, per far posto a spremute e frutta fresca.
Il provvedimento aveva lo scopo di combattere l'obesità nella popolazione giovanile. Gli altri articloli impugnati sono il 14, che riguarda la vendemmia verde; il 15, primo comma, sul fondo regionale di garanzia; gli articoli 17, 19, 20, 22, 25, 26 (sull'istituto sperimentale zootecnico), il 35 (Agenzia per il Mediterraneo), il 36 (consorzi fidi), il 40 (sul personale della Fiera del Mediterraneo e dei Consorzi di bonifica), il 41 (sul personale delle società a partecipazione regionale).

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati