Sciopero dei penalisti, a Palermo saltano i processi

I legali protestano contro "il grave attacco" alla funzione difensiva e per sollecitare una riforma forense "rispettosa del fondamentale principio di indipendenza dell'avvocatura" e la ripresa del dibattito sulla riforma costituzionale della giustizia

PALERMO. Aule vuote e processi rinviati al  palazzo di giustizia di Palermo, stamani, per effetto della  prima giornata di sciopero proclamata dagli avvocati penalisti.      I legali protestano contro "il grave attacco" alla  funzione difensiva e per sollecitare una riforma forense  "rispettosa del fondamentale principio di indipendenza  dell'avvocatura" e la ripresa del dibattito sulla riforma  costituzionale della giustizia. Nel capoluogo siciliano si sono  celebrati solo i processi con detenuti, come quello scaturito  dall'operazione "Addiopizzo 5". La protesta andrà avanti sino  a venerdì. 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati