Lampedusa, incendiato pulmino del centro accoglienza

LAMPEDUSA. Un pulmino che veniva utilizzato per trasferire i migranti dal molo Favarolo, di proprietà della cooperativa che gestisce a Lampedusa il centro di accoglienza di contrada Imbriacola è stato incendiato la notte scorsa. E' questo il terzo attentato nei confronti di
autovetture in uso alla struttura chiusa da settembre.  
La prima volta è stata bruciata l'auto dell'amministratore della cooperativa, Cono Galipò, due giorni fa è stato dato alla fiamme un furgone. Erano posteggiati tutti lì da mesi in un area non recintata. Fino al 31 dicembre un cinquantina di dipendenti della struttura sono in cassa integrazione. Lampedusa é stata dichiarata dal governo "porto non sicuro", dopo l'incendio che l'estate scorsa ha distrutto il Centro di accoglienza.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati