Torna il quadro della Madonna Ma per ora resta in presidenza

Il caso del dipinto religioso rimosso dalla scuola elementare Andrea Sole di Borgo Molara. La preside: nascerà uno spazio interreligioso dove ciascuno potrà riporre i propri simboli

PALERMO. Torna il quadro della Madonna della «discordia», ma resta custodito in presidenza, in attesa di trovare una migliore (e condivisa) collocazione. La vicenda della scuola elementare Andrea Sole di Borgo Molara, in cui la dirigente (dopo le rimostranze di una mamma palermitana musulmana) ha stabilito di limitare qualsiasi pratica religiosa all'interno dell'ora di religione ed eliminare manifestazioni pubbliche riguardanti ricorrenze religiose, si arricchisce di una nuova puntata, e questa volta potrebbe lasciare tutti contenti.
Dopo la lettera di protesta di un gruppo di genitori che rivendicavano il diritto alla difesa della propria identità culturale e religiosa, dopo un collegio dei docenti, un consiglio d'istituto e un'assemblea, la dirigente scolastica della Capitano Basile, di cui fa parte il plesso Sole, Melchiorra Greco, ha preso carta e penna e ha comunicato ufficialmente ai genitori che la Madonna tornerà a scuola, in giardino, e sarà creato un angolo interreligioso. «Penso di avere chiarito la mia posizione al di là dei fraintendimenti e delle strumentalizzazioni fatte - scrive la dirigente in riferimento alle polemiche scaturite anche sulla stampa -. Fermo restando che a scuola non ci debbano essere altari né simboli religiosi di alcuna religione a parte il Crocifisso, non ho mai impedito a nessuno di pregare, di fare i propri rituali religiosi né è nei miei poteri farlo. Ognuno è libero di professare la propria fede per diritto sancito dalla Costituzione e dalla nostra buona tradizione di Paese civile e democratico. Esistono le ore e le insegnanti di educazione religiosa per gli insegnamenti disciplinari di religione».
E per dare un taglio alle rimostranze dei genitori annuncia «la predisposizione di uno spazio interreligioso dove ciascuno potrà riporre i propri simboli - afferma la preside -. Inaugureremo quanto prima un'edicola con la statua della Madonna già nel cortile esterno del plesso Paulsen e successivamente un'edicola sempre nel cortile esterno del plesso Sole, con l'immagine della Madonna o cosa proporrà il parroco don Pino Terranova, con cui abbiamo concordato la prossima inaugurazione».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati