Spaccio nell'Agrigentino, blitz con 19 arresti

Operazione della guardia di finanza per un vasto giro di cocaina e eroina tra Licata, Campobello di Licata, Ravanusa e Camastra, e anche la morte per overdose di uno dei clienti di uno degli spacciatori indagati

AGRIGENTO. Una banda di presunti spacciatori che operava secondo le indagini in diversi paesi nell'Agrigentino è stata sgominata da un'operazione della guardia di finanza coordinata dal procuratore capo di Agrigento, Renato Di Natale.
Investigatori delle Fiamme gialle di Licata e Agrigento hanno arrestato 17 persone, eseguito provvedimenti cautelari ai 'domiciliari' nei confronti di due indagati e notificato l'obbligo di dimora a altri due. I provvedimenti restrittivi sono stati emessi dal Gip.
Al centro dell'inchiesta un vasto 'giro' di cocaina e eroina tra Licata, Campobello di Licata, Ravanusa e Camastra, e anche la morte per overdose di eroina di uno dei clienti di uno degli spacciatori indagati.
Le indagini della guardia di finanza hanno permesso di risalire anche ai canali di rifornimento degli spacciatori, scoprendo che erano gli stessi 'fornitori' a portare a domicilio la droga.
Gli accertamenti della guardia di finanza sono stati autorizzati dal sostituto Andrea Bianchi, del dipartimento reati in materia di stupefacenti della Procura di Agrigento, coordinato dall'aggiunto Ignazio Fonzo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati