Lombardo: "La Borsellino? E' in minoranza"

Il presidente della Regione: "Non possiamo condividere questa scelta di rinchiudersi in un'area minoritaria di estremismo". Sui ballottaggi: "Prima il Pd deve dire con chi sta"

PALERMO. "Non possiamo condividere la  scelta di Rita Borsellino, ne cui confronti abbiamo espresso  apprezzamento, di rinchiudersi in un'area minoritaria di  estremismo marcando le distanze dalle forze politiche e anche  dal Pd. Ritengo che a Borsellino giovi avere un ampio consenso  per avere in prospettiva i numeri in Consiglio comunale e il  supporto di uomini con un esperienza amministrativa". Lo ha  detto il governatore della Sicilia, Raffaele Lombardo,  conversando con i giornalisti sulle prossime amministrative a  margine di un incontro a Palazzo Arcivescovile, a Palermo.  "Questa chiusura - ha aggiunto Lombardo - non può che portare  il Terzo polo a indicare un proprio candidato a sindaco di  Palermo". Se a Palermo si andrà al  ballottaggio dobbiamo capire, e la domanda la pongo al Pd, se ci  sarà un apparentamento tra il Terzo polo e i democratici. In  caso contrario dovremo scegliere soluzioni politiche e  candidature diverse. O Borsellino cambia posizione o il Pd sappia che siamo  pronti a percorrere strade diverse - ha aggiunto Lombardo -  nonostante ieri Dario Franceschini abbia apprezzato la bontà  dell'alleanza che sostiene il mio governo". "Noi  alleati col centrodestra alle comunali di Palermo? E' tra le  ipotesi che rientrano nella fantasia". 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati