Vizzini lascia il Pdl, Parlavecchio all'Mpa

Lo ha annunciato il senatore, che ha anche chiarito che non voterà la fiducia e si asterrà. "Per evitare equivoci voglio precisare che ho aderito al Psi guidato Riccardo Nencini, per dare voce in Parlamento alla sezione italiana del Partito del Socialismo europeo"

PALERMO. Carlo Vizzini lascia il Pdl. Lo ha annunciato il senatore, che ha anche chiarito che non voterà la fiducia e si asterrà. "Per evitare equivoci voglio precisare che ho aderito al Psi guidato Riccardo Nencini, per dare voce in Parlamento alla sezione italiana del Partito del Socialismo europeo del quale nel 1992 sono stato uno dei fondatori", ha detto Vizzini. "Ognuno per superare questa impasse deve fare la sua parte. Anche Berlusconì aggiunge Vizzini che spiega di essere stato 'aiutato' nella sua decisione da Angelino Alfano. Il segretario 'ha detto che il Pdl si propone di diventare il raggruppamento dei cattolici democratici"


Nella sede della segreteria  regionale del Mpa, a Palermo, il deputato regionale Mario  Parlavecchio ha ufficializzato la propria adesione al Movimento  per le autonomie. Presente il presidente della Regione, Raffaele  Lombardo, insieme al capogruppo all'Ars, Francesco Musotto, ai  consiglieri comunali e provinciali, oltre al deputato nazionale  Sandro Oliveri, Parlavecchio ha dichiarato che la sua è stata  "una scelta ponderata e che nel Mpa ritrova quella passione  politica che lo ha da sempre accompagnato". Insieme a  Parlavecchio passa al Mpa anche il consigliere comunale Agostino  Genova che da domani s'iscriverà nel gruppo consiliare del Mpa.     "Quella che si apre per il Comune di Palermo è una e vera  propria sfida. Le amministrative saranno un banco di prova per  il rinnovamento della città", ha detto Francesco Musotto.     "Avevamo due deputati eletti a Palermo che hanno scelto  strade diverse. Per carità, scelte legittime, ma che nel nostro  Mpa non saranno più possibili", ha aggiunto Raffaele Lombardo.  "Esaurita la naturale evoluzione del nostro movimento - ha  sottolineato - faremo un partito di militanti che sanciranno un  patto: violarlo sarà impossibile. L'arrivo di Parlavecchio,  tecnico, dirigente della Regione, insieme a Ciccio Musotto,  contribuisce a rappresentare all'Ars un gruppo di altissimo  profilo".     "Non voglio fare paragoni - ha concluso Lombardo - ma il  tandem di questi due palermitani aggiunge valore alla  rappresentanza del Mpa che si avvale anche della figura di  Oliveri alla Camera. Per le prossime elezioni dovremo arrivare a  una rappresentanza più vasta di almeno quattro o cinque  deputati che siamo sicuri di poter ottenere" 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati