Palermo, ecco i fondi per teatri e attività sociali

La giunta di palazzo delle Aquile ha approvato la variazione dei Peg. Quattro milioni di euro andranno al teatro Biondo e i restanti due e mezzo al Massimo di piazza Verdi

PALERMO. I teatri di Palermo possono tirare un sospiro di sollievo. La giunta di palazzo delle Aquile ha approvato la variazione dei Peg (piani economici di gestione, ndr) che assegnano, tra gli altri, sei milioni e mezzo di euro agli stabili cittadini. Nello specifico, quattro milioni di euro andranno al teatro Biondo e i restanti due e mezzo al Massimo di piazza Verdi. «Ho inteso in questo modo – commenta il sindaco Diego Cammarata – tener fede ad un impegno nei confronti dei due maggiori teatri cittadini che ho assunto più volte e che il consiglio comunale, irresponsabilmente decidendo di non approvare gli assestamenti del 2009 e del 2010, mi avevano impedito di rispettare». Si chiude, così, infatti, una partita cominciata nelle scorse settimane con la bocciatura in Consiglio comunale del bilancio consuntivo. Approvato poi dal commissario ad acta, ma solo dopo che i revisori dei conti avevano espresso il loro parere favorevole. Ieri sera, però, è stata approvata una seconda variazione dei piani economici di gestione che destina 500 mila euro alle attività sociali. Di queste somme, ottantamila euro andranno al banco alimentare, poco meno di cinquantasei mila sono assegnati al disagio psichico, quasi 288 mila all’accoglienza di anziani in case di riposo e, ancora, cinquantamila serviranno al trasporto disabili e trentaduemila all’assistenza straordinaria. Con l’avanzo di amministrazione, infine, hanno trovato copertura debiti fuori bilancio pari a ventotto milioni di euro.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati