Finanziaria, salta la norma sulla soppressione degli Iacp

La Presidenza dell'Ars ha stralciato una quindicina di articoli dal documento, ritenuti non attinenti con la materia. Stop anche all'unificazione in un unico organismo degli enti agricoli

PALERMO. Scure della Presidenza dell'Ars sulla finanziaria del governo Lombardo. Gli uffici hanno eliminato una quindicina di articoli dal documento, tra cui gran parte delle norme che prevedono tra l'altro la soppressione degli Istituti autonomi case popolari (Iacp) e quella sull'unificazione in un unico organismo degli enti agricoli. Gli articoli stralciati, secondo la Presidenza, non sarebbero attinenti con la materia finanziaria. Il governo potrebbe presentare alcune delle norme 'cassate' sotto forma di disegni di legge organici.
La finanziaria, assieme al bilancio, sono stati assegnati alla commissione Bilancio e a quelle di merito che dovranno esprimere il parere entro dieci giorni. Giovedì la commissione Bilancio stilerà il calendario delle audizioni di forze sociali e categorie produttive. La Presidenza dell'Ars poi avrà 20 giorni di tempo per licenziare i testi; durante la fase istruttoria è previsto un passaggio con la Corte dei Conti che gli uffici avrebbero voluto ascoltare già per l'esame del Documento di programmazione economico-finanziaria (Dpef) ma la velocità con cui è stato presentato e poi calendarizzato per l'aula non l'ha permesso. Bilancio e finanziaria, secondo il calendario stabilito nell'ultima conferenza dei capigruppo dell'Ars, arriveranno in aula il 5 dicembre.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati