Cammarata, indagine sulla raccolta differenziata

"Non possiamo permettere che una esperienza così positiva ed una prassi che i cittadini hanno adottato allo scopo di migliorare la situazione dell'igiene ambientale possano venire vanificate da un comportamento dell'azienda"

Sicilia, Cronaca

PALERMO. Il sindaco di Palermo Diego Cammarata ha dato mandato al direttore generale del Comune, Gaetano Lo Cicero, di scrivere ai commissari dell'Amia per accertare la situazione relativa alla raccolta differenziata in città, dopo la pubblicazione, su organi di stampa, di notizie circa il prelievo contemporaneo - ed il conseguente contemporaneo trasporto alla discarica di Bellolampo, dei rifiuti organici ed indifferenziati che dovrebbero invece essere raccolti e conferiti in tempi e modi diversi.
Nella lettera inviata da Lo Cicero ai commissari Amia, si chiede di chiarire i fatti, si sottolinea la gravità di un comportamento che "manifesta mancanza di rispetto nei confronti dei cittadini che si impegnano affinché la raccolta differenziata funzioni regolarmente" e si ricorda che "l'amministrazione comunale paga all'Amia per tale raccolta un onere aggiuntivo di oltre 2 milioni di euro l'anno".
"I commissari Amia - dice il sindaco Cammarata - devono spiegare che cosa è accaduto e provvedere affinché la vicenda non si ripeta. Non possiamo assolutamente permettere che una esperienza così positiva ed una prassi che i cittadini hanno adottato, anche faticosamente, allo scopo di migliorare la situazione dell'igiene ambientale possano venire condizionate o addirittura vanificate da un comportamento dell'azienda non rispondente alle regole stabilite per il servizio".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati