Schianto nella notte a Catania, morti tre ventenni

L’incidente lungo la circonvallazione poco dopo le 4. Altri tre ragazzi feriti, uno in maniera grave. Sono tutti originari di Paternò

CATANIA. Tre ventenni sono morti e altri tre sono rimasti feriti, uno in maniera grave, in un incidente stradale avvenuto poco dopo le 4 di stamattina sulla circonvallazione di Catania. I sei, tutti originari di Paternò, erano su una Fiat Multipla che, per cause in corso di accertamento, si è schiantata contro un palo.
L'incidente, che non ha coinvolto altre vetture, è avvenuto nei presi del Tondo Gioeni della circonvallazione di Catania. Secondo i primi rilievi della polizia municipale il guidatore potrebbe avere perso il controllo per la velocità e la presenza di acqua sulla strada, per la pioggia caduta nella notte su Catania. Non è però esclusa neppure l'ipotesi del colpo di sonno. 
Due dei ventenni sono morti sul colpo, dopo l'impatto. Il terzo è deceduto dopo il ricovero nell'ospedale Cannizzaro. Due dei feriti, rimasti contusi, sono stati medicati nell'ospedale Vittorio Emanuele; il più grave è ricoverato con la prognosi riservata nell'ospedale Garibaldi. Nell'obitorio di quest'ultima struttura, su disposizione della Procura che ha aperto un'inchiesta conoscitiva, sono stati portati i corpi delle tre giovani vittime.
I tre giovani che hanno perso la vita sono Eugenio Borzì e Silvio Bonanno, di 21 anni, morti sul colpo, e Antonino Magro, di 20, deceduto durante il trasporto nell'ospedale Cannizzaro.    Dei tre feriti il più grave è un altro 21enne, Y. R., che é ricoverato con la prognosi riservata nell'ospedale Garibaldi. Al nosocomio Vittorio Emanuele sono stati medicati per delle contusioni altri due giovani, D. V. e V. C., entrambi di 21 anni. Quest'ultimo è l'autista della Fiat Multipla che è rimasto quasi illeso ma è sotto choc.    
Secondo i rilievi della polizia municipale al momento dell'incidente a Catania non pioveva e sulla strada, che era bagnata, non c'erano pozzanghere. L'impatto con il palo che sorregge il semaforo pedonale davanti la chiesa Nostra Signora di Lourdes è stato violento. Gli investigatori sospettano che la causa sia da collegare all'alta velocità dell'auto.



E' stato arrestato per omicidio  colposo plurimo il 21enne che era alla guida della Fiat Multipla  che si è schiantata contro il palo di un semaforo della  circonvallazione di Catania causando la morte di tre ventenni e  il ferimento di altri loro due amici. Vincenzo Costa, dimesso  dall'ospedale Vittorio Emanuele, si trova nella sua abitazione  di Paternò dove è agli arresti domiciliari su disposizione del  sostituto procuratore Alessandro Sorrentino. 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati